Corteo storico della "Bulla indulgentiarum"

Cerchio (AQ)

20 agosto, 2017 - Rievocazione

Cerchio è un comune di circa 1600 abitanti della provincia di L’Aquila situato alle pendici del monte Sirente, sul versante nord-est della conca del Fucino. Secondo la leggenda il paese sarebbe stato fondato dalla maga Circe sorella della dea Angizia; altra ipotesi è che il centro sorse intorno ad un teatro romano (circo) eretto per celebrare l’incoronazione dell’imperatore Claudio autore del primo prosciugamento del lago Fucino. Di certo il territorio era formato da piccoli villaggi e casali che nel tempo si sono uniti a formare il paese attuale. Come gran parte dei comuni della Marsica Cerchio fu duramente colpito dal terremoto del 1915 che distrusse gran parte del borgo antico provocando centinaia di morti, solo nella chiesa di San Giovanni e Paolo morirono 300 persone. Ogni anno ad agosto viene rievocata la consegna della “bulla indulgentiarum” che  nell’anno1300, inoccasione del primo giubileo, papa Bonifacio VIII fece alla chiesa di San Bartolomeo in Cerchio, concedendo 40 giorni di indulgenza a chi avesse visitato la sopranominata chiesa in determinate festività dell’anno; il motivo di questo atto pontificio rimane ancora oggi un mistero per gli storici. Ogni anno il Vescovo dei Marsi nella chiesa di San Bartolomeo consegna nelle mani del sindaco del paese il prezioso documento, conservato durante l’anno nella curia vescovile, che viene  esposto in una teca affinchè tutti possano conoscerlo, ammirarlo e apprezzarne il grande valore storico. Il programma della manifestazione comprende anche  il tradizionale corteo storico di  figuranti, sbandieratori, arcieri, dame e cavalieri che popolano le vie del borgo facendo rivivere spaccati di vita di un tempo passato.

Altri appuntamenti

Festa di Santa Maria Goretti e processione di motocliclisti

San Benedetto dei Marsi (AQ) | 26 - 27 agosto, 2017

Santa Maria Goretti nacque a Corinaldo, un paese delle Marche in provincia di Ancona, il 16 ottobre 1890; la famiglia, composta dai due coniugi e sei figli, lasci&ograv...