Cara cara Mamma.

A 100 anni dalla scomparsa di Luisa de Benedictis, madre di Gabriele d’Annunzio viene ricordata a Pescara con una mostra documentaria che propone importanti cimeli e lettere autografe da importanti collezioni, tra cui quelle di Licio Di Luzio e Davide Lissandrin. Inaugurata il 27 gennaio, rimarrà aperta fino al 31 maggio 2017 . Inoltre, al piano terra del Museo Casa Natale di Gabriele d'Annunzio è stata ricostruita un’antica cucina, emblema di focolare domestico e di cure amorevoli di ogni madre in ogni tempo, con l’esposizione di manufatti in rame emblematici della tradizione abruzzese realizzati dal maestro aquilano Domenico Pecilli, ultimo ramaio d’Abruzzo ancora oggi attivo nonostante la tarda età.

Rapporto inscindibile e affettuosissimo quello fra Donna Luisetta ed il Poeta, fiori e fragranze di mare, “in perenne attesa sul balcone estremo di destra, guardando la facciata”, è Ennio Flaiano a ricordarlo, “ talvolta seduta, nei tardi pomeriggi… Donna Luisa. Una vecchia dal volto nobile, bianca ed infelice, dicevano, per la lontananza del figlio” entrata nell’immaginario collettivo come madre del Poeta ed in quello più intimo e segreto di bellezza e virtù, nei versi dell’opera dannunziana. Incredibile a suo tempo, il 27 gennaio 1917, la vastità dell’eco per il lutto che aveva colpito il Vate; nonostante si fosse in piena I Guerra Mondiale ne parlarono tutti i giornali, suscitando un profondo cordoglio per la scomparsa della mater mirabilis.  La mostra a cura di Lucia Arbace e Franca Minnucci, è stata realizzata in collaborazione con il Comune di Pescara, la Casa Editrice Ianieri e l’Inner wheel di Pescara. Prima della inaugurazione, programmata per venerdì 27 gennaio 2017, l’Abate di san Cetteo celebrerà una Santa Massa presso la Cattedrale, dove Luisa de Benedictis è stata tumulata per desiderio del figlio nel monumentale sepolcro progettato dall’architetto Moroni.

Nel corso della mostra Franca Minnucci presenterà l’epistolario del Poeta alla madre dal titolo “Mia cara cara mamma, edito dalla Casa Editrice Ianieri.

L’ esposizione rimarrà aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 fino al 31 maggio 2017.

Attività didattica a cura di DADABRUZZO. info: pm-abr@beniculturali.it. FB: Polo Museale dell’ Abruzzo.

Cara cara Mamma - Eventi

Eventi

Vedi tutti gli eventi

8 marzo al museo

8 Marzo al Museo. Entrata gratuita alle donne, e visite guidate, nei siti del Polo Museale dell'Abruzzo.

8 marzo, 2017

Anche il Polo Museale dell’Abruzzo celebra il mondo femminile aderendo  alla campagna del...

La donna nell'antichità

La donna nell'antichità

Chieti - Auditorium Cianfarani, La Civitella 15 marzo, 2017

Logo Mibact

Dal 1 marzo all’area archeologica della Civitella si accederà soltanto tramite pass

1 marzo, 2017

All’ingresso da via Pianell è già affisso un avviso che informa gli utenti del provvedimento  attivato dalla dirigente del Polo Museale,  ...

Presepe Antinori 2

Il ritorno del presepe Antinori da Lanciano a L'Aquila.

20 dicembre 2016 - 16 gennaio, 2017

La mostra propone una selezione di ventiquattro figure, solo in parte restaurate, appartenuta all’importante presepe monumentale arrivato a Lanciano dall’Aq...

Giornata della memoria 2017.

Giorno della memoria 2017

27 gennaio, 2017

Logo Munda

Capodanno ai Musei. Migliaia di visitatori nei siti del Polo Museale dell'Abruzzo

9 gennaio, 2017

La coincidenza, quest’anno, del 1 gennaio con la prima domenica del mese, sempre ad entrata gratuita nei musei statali,  ha visto numerosi visitatori nei siti  del Polo Museale dell...

Blanchaert

Incontro con Jean Blanchaert

ore 17,00 del 9 dicembre , 2016

Vetro, ceramica, smalti, disegno a china in particolare,  calligrafia, illustrazioni, copertine, giornali, iniziative culturali, antiquario gallerista. Artista, po...

Binari fantasma

Binari fantasma

dal 10 novembre 2016 al 24 gennaio, 2017

Da anni  Gaetano de Crecchio “viaggia” sulle Ferrovie dimenticate d’Abruzzo. Da anni cammina con i “fantasmi” che le abitano. Questo ...

Fra Tommaso da Celano

Fra Tommaso - Una vita per Francesco - Mostra documentaria al MUNDA.

22 novembre - 31 dicembre, 2016

“La madre lo aveva chiamato Giovanni, quando rinascendo dall'acqua e dallo Spirito Santo, da figlio d'ira era divenuto figlio ...

RSS